Tutto cambia di Elizabeth Jane Howard

Titolo: Tutto cambia

Autore: Elizabeth Jane Howard

Editore: Fazi

Voto: 4,5 su 5

Sinossi (Fazi): “E alla fine sono arrivati gli anni Cinquanta. Il capitolo conclusivo della saga dei Cazalet si apre con una perdita significativa: la Duchessa viene a mancare. Andandosene, porta via con sé gli ultimi frammenti di un mondo che sta scomparendo: quello della servitù domestica, della classe sociale, della tradizione. È quel mondo polveroso, dalle atmosfere d’altri tempi, che ci aveva conquistati all’inizio di questa appassionante storia. Molti anni sono passati, molte vicende ci hanno fatto sorridere e commuovere, molte cose sono cambiate. Il mondo moderno si dimostra pieno di insidie, e gli uomini Cazalet si rivelano poco equipaggiati per affrontarlo e incapaci di seguire le orme del padre: la gestione dell’azienda di famiglia non è cosa facile, e ogni certezza viene meno. Nel frattempo, le donne cercano di farsi strada, ognuna a modo suo. Louise, ormai divorziata, resta invischiata in una relazione con un uomo sposato, mentre Polly e Clary faticano a conciliare il matrimonio e la maternità con le loro idee e ambizioni lavorative; Villy, da tempo abbandonata dal marito, alla fine deve imparare a vivere in maniera indipendente. Ma sarà Rachel, che ha sempre vissuto per gli altri, a dover affrontare la sfida più difficile… Nelle commoventi pagine finali, una nuova generazione Cazalet si ritrova a Home Place per Natale. Solo una cosa è certa: niente sarà mai più lo stesso”.

Questo quinto volume secondo me è uno dei più belli, forse perché ormai i Cazalet sono amici e questo ultimo libro porta con sé un po’ di nostalgia e di tristezza per le cose che cambiano e per quelle che finiscono definitivamente (come questa saga di cui purtroppo non ci sono altri volumi da attendere!). Il finale è davvero commovente, quasi da lacrimuccia, anche se non per tutti i personaggi è davvero un finale: alcune vicende restano aperte e sta a noi immaginare come se la caveranno le nuove generazioni in futuro. Confesso che avrei voluto sapere qualcosa in più. La scrittura è curata ed elegante, mai eccessiva, e le emozioni tante: consiglio a chi ancora non conosce l’opera di E. J. Howard di rimediare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.