Vorrei incontrarti ancora una volta di Kate Eberlen

Titolo: Vorrei incontrarti ancora una volta Autore: Kate Eberlen Editore: Garzanti Voto: 2.5 su 5 Sinossi: “Dicono che il destino, come un abile prestigiatore, decida chi entrerà nella nostra vita. E per Tess e Gus, due diciottenni desiderosi di cogliere tutto quello che il futuro ha da offrire, il destino si presenta sotto forma di un incontro tanto casuale da essere indimenticabile. In una calda mattina estiva, nella basilica di San Miniato al Monte a Firenze, i loro sguardi si incrociano per la prima volta. È questione di un attimo fugace. Qualche parola sussurrata nel silenzio. Un sorriso rubato, forse Continua a leggere

Nome d’arte Doris Brilli

Titolo: Nome d’arte Doris Brilli Autore: Andrea Vitali Editore: Garzanti Voto: 4.5 su 5 Sinossi (Garzanti): “La notte del 6 maggio 1928, i carabinieri di Porta Ticinese a Milano fermano due persone per schiamazzi notturni e rissa. Uno è un trentacinquenne, studente universitario provvisto di tesserino da giornalista. Interrogato, snocciola una lista di conoscenze che arriva fino al direttore del «Popolo d’Italia», quel Mussolini fratello di…, per accreditare la sua versione, ovvero che è stato fatto oggetto di adescamento indesiderato. L’altra è una bella ragazza che, naturalmente, sostiene il contrario. Ma amicizie per farsi rispettare non ne ha, e soprattutto Continua a leggere

Bello, elegante e con la fede al dito di Andrea Vitali

Titolo: Bello, elegante e con la fede al dito Autore: Andrea Vitali Editore: Garzanti Voto: 4 su 5 Sinossi (Garzanti): “Vista dal treno, la riva orientale del lago di Como è un vero spettacolo: tra una galleria e l’altra appaiono scorci di paesaggio da mozzare il fiato. Ne subisce il fascino Adalberto Casteggi, quarantenne, bello ed elegante oculista con studio a Milano. Si è innamorato del lago andando su e giù in ferrovia per sostituire qualche volta un collega all’ospedale di Bellano. Su quelle sponde ha stabilito ora il suo buen retiro, deliziato anche dalla compagnia di una sua paziente Continua a leggere

Un incantevole imprevisto di Marianne Kavanagh

Titolo: Un incantevole imprevisto Autore: Marianne Kavanagh Editore: Garzanti Voto: 2.5 su 5 Sinossi (Garzanti): “Tess crede nell’anima gemella. Crede che due persone siano predestinate a stare insieme e solo allora possano essere davvero felici. E anche se ha solamente venticinque anni è sicura di aver trovato la sua metà, l’incastro perfetto per il suo cuore di sognatrice: il suo fidanzato è tutto quello che ogni donna potrebbe desiderare.Ma secondo la sua migliore amica Kristy, che la conosce come nessun altro, non è l’uomo giusto. Lei non ha dubbi su chi sia la vera anima gemella di Tess. È George, Continua a leggere

A cantare fu il cane di Andrea Vitali

Titolo: A cantare fu il cane Autore: Andrea Vitali Editore: Garzanti Voto: 4,5 su 5 Sinossi (Garzanti):”La quiete della notte tra il 16 e il 17 luglio 1937 viene turbata a Bellano da un grido di donna. Trattasi di Emerita Diachini in Panicarli, che urla «Al ladro! Al ladro!» perché ha visto un’ombra sospetta muoversi tra i muri di via Manzoni. E in effetti un balordo viene poi rocambolescamente acciuffato dalla guardia notturna Romeo Giudici. È Serafino Caiazzi, noto alle cronache del paese per altri piccoli reati finiti in niente soprattutto per le sue incapacità criminali. Chiaro che il ladro Continua a leggere

Quando l’amore nasce in libreria di Veronica Henry

Titolo: Quando l’amore nasce in libreria Autore: Veronica Henry Editore: Garzanti Voto: 2 su 5 Sinossi (Garzanti): “In uno stretto vicolo di un minuscolo paesino vicino a Oxford si nasconde un posto speciale. È una piccola libreria, tutta di legno. Gli scaffali arrivano fino al soffitto e pile di libri occupano ogni angolo disponibile. Il suo nome è Nightingale Books ed è proprio qui che Emilia è cresciuta. Fra le pagine di Madame Bovary e una prima edizione di Emma di Jane Austen, Emilia ha imparato che i libri possono anche curare l’anima. È proprio questo che suo padre ha Continua a leggere

Il coraggio di essere liberi di Vito Mancuso

Il primo libro che abbia letto di Vito Mancuso è stato “Io amo – piccola filosofia dell’amore”…so che non vi sorprende che io abbia scelto questo (basta guardare il titolo!), comunque l’ho trovato stupendo e ho apprezzato tantissimo la scrittura dell’autore, perché non è facile scrivere di argomenti complicati, in modo tutt’altro che scontato e facendosi capire anche da chi non ha una cultura di base in filosofia o teologia. “Il coraggio di essere liberi” è la mia seconda lettura e mi ha attirato per il tema, dato che trovo da sempre molto difficile sentirmi libera anche solo di esprimere un’opinione Continua a leggere

Racconti di Natale di Louisa May Alcott

 Ancora uno dai, prima di dire che le feste son finite. Ho calcolato che fino a Pasqua, cioè metà aprile, non se ne riparla quindi godiamoci ancora per un giorno l’atmosfera. Ho sentito dire a molti quest’anno che il Natale non si è sentito, che è mancata un po’ la magia e anch’io l’ho avvertito. Leggiamo allora questi brevi, semplici racconti che inviano un messaggio chiaro e diretto.  Sinossi (Garzanti): “Il volume raccoglie i più bei racconti dedicati al Natale dall’autrice di Piccole donne. Alle indimenticabili pagine del suo romanzo capolavoro – in cui Jo e le altre «piccole donne» vivono i Continua a leggere

Vita e avventure di Babbo Natale di L. Frank Baum

Le vacanze di Natale sono ufficialmente finite. Quest’anno abbiam provato a far finta di niente, approfittando dell’Epifania di venerdì, ma alla fine la resa dei conti è arrivata. Io spero che tutti ve le siate godute tra pranzi in famiglia e brevi viaggi; forse chi, come me, ha lavorato, sentirà un po’ meno il peso del rientro…o forse proprio perché ha lavorato vorrebbe finalmente riposarsi ora. In ogni caso vi do il benvenuto nell’anno nuovo con una recensione ancora in tema natalizio, giusto per partire con la marcia giusta e affrontare il 2017 pensando che, volendo, può essere Natale tutti Continua a leggere

Via dalla pazza folla di Thomas Hardy

Ogni tanto un classico vale sempre la pena di essere letto; io tendo ad attingere dalla letteratura inglese e questa volta ho optato per Thomas Hardy, di cui al liceo avevo letto “Tess dei d’Ubervilles”. Anche in “Via dalla pazza folla” in primo piano c’è un personaggio femminile e mi sono avvicinata a questo romanzo con la curiosità di conoscerlo e con la certezza che avrei gustato un capolavoro d’altri tempi.  Sinossi: “Hardy è un meraviglioso creatore di figure femminili, e Batsceba, la protagonista di Via dalla pazza folla, è la prima di esse: la più incantevole nel suo essere Continua a leggere